Il congedo del prof. Alfonso Panzetta
21 Marzo 2017
Dopo dieci anni lascia la direzione scientifica del Museo
Congedo del prof. Alfonso Panzetta
“Lascio la direzione del Cassero per la Scultura dell'Ottocento e del Novecento, Museo Civico di Montevarchi.
Dopo 10 anni, dei quali quasi 7 di apertura e dopo averne curato l'allestimento, è giunto il momento di passare il testimone di una delle più vivaci realtà museali della Regione Toscana; una realtà in ordine con gli standard museali richiesti, cioè una direzione scientifica, un adeguato orario di apertura, una buona comunicazione in rete, una regolare attività di studio del patrimonio posseduto e costantemente incrementato, un'offerta didattica originale, ampia e mirata. Questi standard, richiesti, sono stati la cornice di una ricchissima sequenza di mostre innovative e pubblicazioni scientifiche che hanno costruito anche la sua attuale, solida reputazione nazionale; eventi che hanno attirato a Montevarchi migliaia di visitatori paganti, che hanno parcheggiato, soggiornato in hotel, pranzato e fatto acquisti in Città contribuendo all'economia locale.
Ma il Cassero, in questi anni, non è stato solo questo: mi piace pensare che sia stato una forza centrifuga di educazione alla cultura, oltre che al bello. Il museo ha aperto le porte alle Associazioni e alle Imprese, facendo vivere i suoi spazi anche con musica, canto, danza e teatro, divenendo così punto di riferimento per Montevarchi e per il suo territorio.
Il Cassero è stato tutto questo e anche molto altro.
Con i suoi numerosi progetti per le famiglie, per i pubblici speciali (non vedenti, bambini nelle pediatrie e malati di Alzheimer) e per i nuovi residenti, il Cassero ha dimostrato che il Museo può non essere "luogo per pochi", ma spazio cittadino inclusivo, dinamico ed attento alle esigenze di tutti, luogo dove tanti bambini, piccoli cittadini, sono venuti più volte - anche autonomamente - perchè sempre accolti con giochi stimolanti e nuovi.
Sono stati 10 anni intensi e fantastici, con collaboratori straordinari e preparati che mi hanno assecondato e sostenuto nel realizzare la mia idea di museo che vive in una società e contribuisce alla sua crescita.
Con questa nota e con il brevissimo video che sintetizza i "numeri" del Cassero di Montevarchi in questi anni, auguro un ottimo lavoro alla nuova direzione scientifica del museo!
Chiudo con un'ultima riflessione, non mia, ma parafrasata da Antonio Natali, già direttore degli Uffizi: "il denaro non viene aumentando i biglietti ma da una gestione della città che faccia si che il turista, arrivato per un evento organizzato dal museo, si fermi in città contribuendo alle sue dinamiche economiche"; il ruolo di una Istituzione culturale non può e non deve essere mai considerato superfluo, pena l'impoverimento della società stessa.
A Montevarchi, dove ho realizzato progetti con continuità fin dal 1990, lascio molti amici...e un pezzo di cuore.”
 
visualizza versione accessibile
Condividi  
English VersionEnglish
 
 
 
Alias2k | realizzazione siti web, grafica, web design, internet, intranet, extranet, visual design